fbpx

La Liguria dichiara lo stato di emergenza climatico e ambientale

0
Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

La Liguria dichiara lo stato di emergenza climatica, approvando all’unanimità, questa mattina in Consiglio regionale, l’ordine del giorno scritto insieme ai giovani di Fridays For Future. Siamo la seconda Regione italiana a farlo: la prima è stata la Toscana, mentre tra le grande città spicca il nome del Comune di Milano.

La dichiarazione dello stato di emergenza climatico è un atto politico di grande rilievo che segna la definitiva presa di coscienza, anche da parte di istituzioni del territorio come la Regione, della necessità di un rapido e definitivo cambio di rotta nelle azioni per ridurre sensibilmente i fattori clima-alteranti.

Alla ripresa dei lavori istituzionali, dopo la pausa estiva, vogliamo promuovere una mozione che contenga impegni seri e vincolanti per la Regione Liguria, coerenti con l’atto votato oggi e in grado di darvi compiuta attuazione. Sul clima non sono più accettabili né rinvii né compromessi al ribasso. A nessun livello.

L’ordine del giorno di oggi nasce dalla grande mobilitazione del 12 marzo scorso, che ha interessato tutto il pianeta. Tra i punti più importanti del documento spiccano la gestione sostenibile delle risorse naturali, la riduzione dei consumi energetici, il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente ai mutamenti climatici, ma anche la prevenzione e la gestione dei rischi derivanti dal cambiamento climatico in atto, anche attraverso il panel ‘Liguria 2030’ per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 Onu.

Ma se la dichiarazione di emergenza approvata oggi è un passo necessarioserve un piano per la transizione ecologica della nostra regione. Sostenibilità ambientale, sociale e giustizia climatica sono le condizioni necessarie per garantire alle nuove generazione un pianeta in cui vivere.

Qui il testo dell’Ordine del giorno

Dimmi la tua

Potrebbe interessarti anche...

La crisi più pazza del mondo

Una breve sintesi dei fatti della settimana attorno alla crisi di governo. Per capirne di più, anche se è complicato.

Ferragosto in carcere: visita alla casa di reclusione di Chiavari

Si dice spesso che è nelle prigioni che si misura il grado di civiltà di un paese. Abbiamo aderito all’iniziativa dei radicali e delle Camere Penali per verificare le condizioni di vita nelle nostre carceri, tra sovraffollamento, situazione sanitaria, condizioni delle strutture e del personale, effettività della funzione rieducativa della pena.

Rimaniamo in contatto: iscriviti alla newsletter